Experimentalia

Appunti raminghi

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao!

    Ho provato a seguire il tuo consiglio su un Mac, ma senza risultato. Sembra che il file ~/.bash_logout non venga letto alla chiusura della finestra corrente di terminale. Ho provato pure a renderlo eseguibile con chmod u+x, ma senza risultato.

    Grazie,

    Guido

    Guido W. Pettinari

    maggio 10, 2009 at 10:48 am

  2. Purtroppo non ho a disposizione un mac e quindi non posso verificare quello che scrivo.
    Da una veloce scorsa a google ho scoperto che la shell do default di mac os non è bash ma tcsh. Quest’ultima usa file diversi da quelli usati da bash per le sequenze di login/logout: ~/.login e ~/.logout rispettivamente.

    Hai due strade per risolvere il problema:
    – selezionare bash come shell di default
    – cambiare il nome dei file riportati nel mio post

    In ogni caso ti lascio un link ad una documentazione molto chiara sull’argomento.
    http://www.faqintosh.com/178.html

    Fammi sapere come sarai riuscito a risolvere.

    eineki

    maggio 10, 2009 at 12:31 pm

  3. Ciao eineki,

    grazie della risposta. Da Mac Os X 10.3, la shell di defaut è bash; tcsh era la precedente. Comunque fa nulla, credo sopravviverò senza questa funzionalità🙂
    Comunque, ti segnalo un’ottima guida per ottimizzare il proprio rendimento usando bash:

    http://www.caliban.org/bash/index.shtml

    La variabile d’ambiente CDPATH in particolare è utilissima.

    Spero ti sia utile.

    Ciao,

    Guido

    Guido W. Pettinari

    maggio 17, 2009 at 20:12 pm

  4. Rettifico! Il file corretto è effettivamente ~/.bash_logout, solo che sotto Mac Os X viene eseguito solamente quando si esce esplicitamente da una finestra di terminale con il comando “exit”. Chiudere la finestra di terminale direttamente non basta. Immagino che sia più o meno quello che succede con un gnome-terminal non configurato, solo che il terminale di Mac Os X (Terminal.app) non ha la spunta [Eseguire il comando come una shell di login].

    Ciao,

    Guido

    Guido W. Pettinari

    maggio 17, 2009 at 20:22 pm

  5. Premettendo che ognuno ha la propria soluzione ideale, io mi trovo benissimo a ritornare nella mia home alla partenza.

    Nel caso avessi bisogno di rimanere in un determinato path o addirittura di lasciare in esecuzione un processo, preferisco di gran lunga usare screen (comodissimo quando lancio un elaborazione da casa e poi mi riconnetto da remoto via ssh).

    Edo

    ottobre 11, 2009 at 20:56 pm


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: